or  Login
Blog
Il Parco nazionale della Sila è sempre più vicino al prestigioso riconoscimento quale Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco. Si avvia verso la conclusione, infatti, l’itinerario valutativo del Parco Nazionale della Sila ad opera del valutatore dell’Iucn (Unione Mondiale per la Conservazione della Natura), Gerhard Heiss, chiamato a redigere una relazione accurata mirata a costituire lo strumento di analisi per il riconoscimento del Parco quale “Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco”.
Il Parco nazionale della Sila è sempre più vicino al prestigioso riconoscimento quale Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco. Si avvia verso la conclusione, infatti, l’itinerario valutativo del Parco Nazionale della Sila ad opera del valutatore dell’Iucn (Unione Mondiale per la Conservazione della Natura), Gerhard Heiss, chiamato a redigere una relazione accurata mirata a costituire lo strumento di analisi per il riconoscimento del Parco quale “Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco”.
Quasi 100 anni fa, l’11 ottobre del 1922, si inaugurava il primo tratto della ferrovia silana. La Ferrosilana garantiva in quegli anni un trasporto sicuro a chi voleva spostarsi da Pedace a San Pietro in Guarano. Nel 1931 al tragitto si aggiunsero quasi 20 km di binari per arrivare fino a Camigliatello. Bisognerà però attendere il 1956 per vedere il treno della Sila nella stazione di San Giovanni in Fiore, la capitale dell’altipiano silano.

Posts Recenti